Castore da ovest ad est

Lasciata l’auto nel piccolo parcheggio di Champoluc (Ao) imbocchiamo il sentiero che porta ai piani di Verra inferiori. Da qui proseguiamo verso l’incantevole lago blu e i piani di Verra superiore, risaliamo la morena e raggiungiamo il rifugio Mezzalama a 3000 mt. Qui iniziamo ad intravedere il rifugio delle Guide di Val d’Ayas posto sullo sperone delle Rocce di Lambronecca. Raggiunto il ghiacciaio di Verra lo si attraversa per poi risalire l’ultimo tratto attrezzato di roccette. Vista la lunghezza dell’itinerario che dobbiamo affrontare partiamo di buonora. Il primo tratto, occhio ai crepacci,è in comune con l’ itinerario di salita al Polluce. A circa 3800 mt lasciamo sulla sinistra la traccia per il gemello e ci portiamo con alcuni tornanti alla base della parete Ovest del Castore che risaliamo su pendenze non molto pronunciate fino alla crepaccia terminale. Superata nel punto migliore, varia a seconda dell’ innevamento, risaliamo gli ultimi metri facendo attenzione visto che la pendenza è tra i45/50°. Giungiamo così sul filo di cresta. Lo spettacolo è grandioso e dopo esserci guardati un pò intorno partiamo per affrontare una delle creste più belle ed aeree delle Alpi che in pochi minuti ci porta in vetta al Castore 4221mt. Scendiamo dalla belle cresta sud-est per raggiungere il Colle Felik e da qui sempre facendo attenzione raggiungiamo il rifugio Quintino Sella. Piccola pausa per mangiare e si riparte per raggiungere la stazione della funivia Bettaforca. Qui tagliamo a destra e per ampi valloni torniamo a Champoluc. Un giro fantastico.
Carla e Gigi